Sindrome da deisc. can. sem. sup.

Trattamento della deiscenza, orecchio più sensibile alla pressione e al rumore, a Milano


Quando si avverte l’orecchio più sensibile alla pressione e al rumore rispetto al solito, uno dei possibili motivi del disturbo potrebbe essere la sindrome da deiscenza del canale semicircolare superiore. 

Nel caso in cui la diagnosi confermi questa ipotesi, il Dr. Giorgio Raponi di Milano vi consiglierà vari trattamenti, che possono andare da un cambiamento generale dello stile di vita fino all’intervento chirurgico.

Che cos'è la deiscenza


I canali semicircolari sono una componente dell’orecchio interno e fanno parte dell’organo dell’equilibrio. 
La deiscenza è un assottigliamento del canale semicircolare superiore determinato da mancanza di osso del canale e rende l’orecchio più sensibile alla pressione e al rumore, e/o in generale alle stimolazioni meccaniche. 
I sintomi maggiormente riscontrabili in tale sindrome sono le vertigini e l’orecchio più sensibile alla pressione e al rumore. 

Nella sintomatologia delle vertigini si associano spesso un senso di ovattamento auricolare e la momentanea perdita uditiva.

Per quanto riguarda la sensibilità alle variazioni di pressione, esiste una serie di altre condizioni cliniche che possono causarla, come la malattia di Ménière e la fibrosi vestibolare. 

Inoltre nelle casistiche di sensibilità al suono si potrebbe sentire la propria voce più forte rispetto al normale, ma questa non è altro che una forma di autofonia (fenomeno per cui si avvertono nelle orecchie i rumori del proprio corpo, come la voce o il respiro) provocata dal malfunzionamento della tromba di Eustachio: la voce “rimbomba” come in un barile a causa di una cavità di risonanza dell’orecchio medio più grande.

Classificazione delle deiscenze


Esistono diverse tipologie di deiscenze:
  • deiscenza della mastoide
  • deiscenza del canale semicircolare laterale
  • deiscenza del canale semicircolare posteriore
  • altre deiscenze, chiamate fistole nell’orecchio medio o interno, che causano degli anormali sbalzi di pressione negli organelli dell’equilibrio
Quest’ultimo fenomeno viene denominato Fenomeno di Tullio (dal nome del biologo italiano professor Pietro Tullio che l’ha descritto per la prima volta). L’apertura può essere generata da un barotrauma (causato dalle immersioni o dal volo) o può essere un effetto collaterale di un’operazione di fenestrazione chirurgica, della sifilide o della malattia di Lyme.

I sintomi di tale patologia sono vertigini, perdita d’equilibrio e nistagmo (movimenti oculari oscillatori involontari) dovuti a sbalzi di pressione quando ci si soffia il naso, nella deglutizione o quando si sollevano oggetti pesanti.

Diagnosi e terapie per la deiscenza


La deiscenza, essendo un difetto osseo, è quasi sempre diagnosticata usando una TAC ad alta risoluzione. Il test diagnostico più adoperato è quello di Valsalva; inoltre vi sono la prova di Tullio, la prova della fistola e la Timpanometria.

La terapia per il trattamento della deiscenza prevede anzitutto dei cambiamenti di stile di vita che vanno a evitare l’acuirsi della sintomatologia, per esempio l’orecchio più sensibile alla pressione e al rumore. In particolare si consiglia di evitare un’intensa attività sportiva (come flessioni e immersioni), di soffiare il naso con vigore, di limitare o meglio ancora evitare i viaggi aerei e gli ascensori ad alta velocità e altri piccoli accorgimenti. 

Per il trattamento dei sintomi invalidanti, la terapia chirurgica si basa su due procedure distinte: la ricostruzione (resurfacing) della parete deiscente del canale semicircolare superiore o l’occlusione del CSS (plugging).

La scelta terapeutica dipende dal quadro clinico e dalle risposte ai trattamenti del paziente; il Dr. Raponi Giorgio saprà consigliarvi il percorso più adatto per la vostra specifica situazione.
Se notate un’insolita sensibilità dell’orecchio a rumori e pressione rivolgetevi al nostro studio chiamando il+39 335 5473364
Share by: